Home Firenze Aumenti Tari. Quattro sindaci scrivono ad Alia

Aumenti Tari. Quattro sindaci scrivono ad Alia

9
0

Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato la posizione del sindaco di Vaglia Leonardo Borchi in merito al piano economico-finanziario di Alia e allo smaltimento dei rifiuti. In quel caso, lo ricordiamo, Vaglia era stato l'unico comune mugellano a votare contro il piano.

Ora arriva la posizione dei sindaci di Borgo San Lorenzo, Paolo Omoboni, di Vicchio, Filippo Carla Campa, di Scarperia e San Piero, Federico Ignesti, e di Barberino di Mugello, Giampiero Mongatti. Che su questo tema (cioè la sostenibilità della raccolta e smaltimento dei rifiuti e gli aumenti delle tariffe per i cittadini) hanno scritto una lettera ad ato Toscana Centro.

Secondo quanto si legge sul quotidiano La Nazione di oggi nella pagina del Mugello, questi sindaci hanno votato a favore del piano in quanto è passato è stato accolto l'emendamento del sindaco di Vinci, che ha permesso di sospendere gli aumenti Tari limitandoli ad un + 6%, mentre invece erano stati paventati (e potranno arrivare nei prossimi anni) aumenti dal 40 al 80%.

Il problema starebbe infatti nella mancanza di adeguati impianti per il trattamento dei rifiuti, ma anche nel crollo del mercato dei materiali riciclabili. Mentre la raccolta porta a porta è naturalmente più costosa.

Per questo i questi sindaci, nella loro lettera, chiedono ad Alia una drastica riorganizzazione e una maggiore efficienza.

Clicca qui per consultare la fonte della notizia