Home Ambiente Clima, sindaci C40 incontrano John Kerry “Ripresa da Covid sia verde”

Clima, sindaci C40 incontrano John Kerry “Ripresa da Covid sia verde”

15
0

MILANO (ITALPRESS) – Un gruppo di 19 sindaci delle maggiori città appartenenti a 13 Paesi del mondo, tra cui il sindaco di Milano Giuseppe Sala, ha incontrato l’inviato speciale per il Clima del Presidente degli Stati Uniti John Kerry. L’incontro virtuale, organizzato dal network C40 Cities, ha offerto l’opportunità ai Sindaci di discutere con Kerry di iniziative di collaborazione sul clima e di mantenere alta l’attenzione attorno a un rinnovato senso di collaborazione internazionale sul clima.
“La ‘C40 Global Mayors COVID-19 Recovery Task Forcè ha riunito i leader delle città di tutto il mondo per mostrare la strada verso una ripresa verde e giusta dalla crisi COVID-19”, ha spiegato il sindaco di Milano e Presidente della Task Force Giuseppe Sala. “Le città hanno portato avanti l’azione coraggiosa necessaria per trasformare le nostre raccomandazioni in realtà, creando lavori dignitosi e verdi, investendo nei servizi pubblici fondamentali e restituendo spazio alle persone e alla natura. E’ stimolante sapere che ora abbiamo un partner impegnato in questi sforzi nel governo federale degli Stati Uniti”.
La discussione, guidata dal Sindaco di Los Angeles e Presidente C40 Eric Garcetti, ha riguardato la leadership delle città che stanno già attuando un’azione climatica inclusiva in linea con l’obiettivo di 1.5° C dell’Accordo di Parigi. I Sindaci presenti hanno inoltre condiviso idee su come costruire il sostegno dei governi nazionali per l’azione e l’ambizione delle città per il clima sulla strada di COP26.
A un anno dall’istituzione della “C40 Global Mayors COVID-19 Recovery Task Force”, la Task force dei sindaci globali per la ripresa dal COVID-19, i leader delle città hanno accolto con favore gli sforzi dell’Amministrazione Biden per sostenere e investire in una ripresa verde negli Stati Uniti d’America. Il Sindaco di Milano e Presidente della Task Force Giuseppe Sala ha spinto i suoi colleghi a chiedere ai governi di tutto il mondo di collaborare con le città per garantire una ripresa verde e giusta dalla crisi COVID-19.
“La crisi climatica richiede leadership e i Sindaci del mondo la stanno fornendo assumendo impegni e azioni coraggiose e ambiziose, per perseguire una ripresa verde e giusta – ha dichiarato l’inviato speciale per il Clima del Presidente degli Stati Uniti John Kerry -. Lavoreremo con loro, come parte di un movimento globale per combattere il cambiamento climatico e costruire un futuro migliore, più verde e più equo”.
“I problemi che affrontiamo come società globale – che si tratti di emissioni in aumento, di virus mortali o di sconvolgimenti economici – non sono limitati dai confini municipali o nazionali, quindi sappiamo che non possono esserlo nemmeno le nostre soluzioni – ha affermato il presidente di C40 e Sindaco di Los Angeles Eric Garcetti -. Con l’amministrazione Biden che ripristina la leadership dell’America sul clima in tutto il mondo, collaborazioni come quella tra i Sindaci C40 e il Segretario Kerry sono fondamentali per far avanzare la nostra visione collettiva per una ripresa dalla pandemia equa e a basse emissioni di carbonio”.
“Abbiamo avuto un incontro fruttuoso con il Segretario Kerry. Abbiamo discusso dell’importanza che le città giocheranno nel ridurre le emissioni di carbonio e nel contrastare il cambiamento climatico – ha detto la Sindaca di Melbourne Sally Capp -. Abbiamo discusso inoltre delle immense opportunità economiche per città come Melbourne di assumere un ruolo di guida nell’abbracciare la sostenibilità e nell’attrarre posti di lavoro e le industrie del future”.
“Freetown, come molte altre città, è costantemente innovativa nel modo in cui affronta i rischi che il cambiamento climatico rappresenta per i suoi concittadini – ha affermato la Sindaca di Freetown Yvonne Aki-Sawyerr -. Continuiamo a chiedere ai governi nazionali di guardare oltre i confini e di supportare i governi subnazionali se vogliamo raggiungere gli ambiziosi obiettivi climatici globali fissati. Nessun Paese può farlo da solo. Abbiamo bisogno di cooperazione, abbiamo bisogno di collaborazione e, ancora più importante, abbiamo bisogno che le città siano al centro di tutto”.
(ITALPRESS).

Clicca qui per consultare la fonte della notizia