Home Atalanta News Consigli Fantacalcio 36^ Giornata Serie A: chi schierare gara per gara

Consigli Fantacalcio 36^ Giornata Serie A: chi schierare gara per gara

17
0

immobile consigli fantacalcio

Ritorna l’appuntamento con i Consigli Fantacalcio sulla 36^ Giornata di Serie A che inizierà con la gara del Maradona tra Napoli e Udinese

Tra azzardi e sorprese, conferme o delusioni, ecco i nostri Consigli Fantacalcio su chi schierare, e chi magari no, nella 36^ Giornata di Serie A:

Napoli-Udinese. Ultimo turno infrasettimanale del campionato che scatta con gli azzurri impegnati nella densissima corsa Champions League e forti di una condizione superlativa, a cominciare dallo straripante Osimhen in gol da quattro giornate consecutive. Insieme al nigeriano, impossibile tralasciare Insigne e Politano, Lozano e Zielinski. Bianconeri che evocano ricordi positivi anche per Fabian Ruiz, mentre nella linea difensiva la pescata più logica resta Di Lorenzo. Friulani ormai salvi ma certamente non sazi e con quel fuoriclasse di De Paul sempre pronto a mettersi in luce. Stuzzica come spesse alter volte Pereyra e a completare la connection argentina ecco Molina che di fronte avrà gli avversari più morbidi sulla fascia sinistra partenopea. Okaka anche no, se dobbiamo azzardare vamos con Forestieri.

Cagliari-Fiorentina. Il mercoledì si apre con la sfida salvezza della Sardegna Arena nella quale, siamo onesti, un pareggio è meglio per tutti. Anche senza Oronzo Canà e Picchio De Sisti. Dopo il colpo del Vigorito, i sardi si aggrappano a un Nandez tornato agli antichi fasti, in compagnia di Nainggolan e Godin, altre due colonne d’esperienza e classe. Con loro via libera a Pavoletti, ma lo stesso Joao Pedro, seppur in flessione, non va scartato a priori. Marin ci piace sempre, piede caldo Lykogiannis merita conferma. Cragno interessante. In casa gigliata non si scappa da Vlahovic, che discorsi. Sempre di gran lunga migliore rispetto a Ribery o ai vari Castrovilli e Bonaventura, validissimi ma spesso a corrente alternata. Dalle retrovie il nome più classico, quello di Milenkovic. E per i più temerari non disprezziamo l’opzione Caceres.

Atalanta-Benevento. Eh insomma, con che coraggio rinunciare al blocco bergamasco? Noi non ce l’abbiamo e si sgasa con Zapata, Muriel e Malinovskyi. Ma i bonus possono arrivare anche dai vari Pessina, Ilicic e Miranchuk e gli insostituibili esterni Gosens e Hateboer. Tra i difensori Romero non si tocca, ma occhio alla variabile Djimsiti. Per cuori forti le scelte tra i giallorossi: Viola perché un piazzato se lo può inventare, Lapadula perché è carico a molla, Letizia per corsa e generosità.

Bologna-Genoa. Sfida tra rossoblù con tranquillità assoluta in casa felsinea e più relativa per il Grifone. Tra gli scudieri di Sinisa c’è Tomiyasu prima opzione tra i difensori, ma l’ex Soumaoro sta dimostrando affidabilità. Svanberg e Schouten utili alla causa, ma Soriano resta il faro del centrocampo. In attacco spesso complicato azzeccare quello giusto: proviamo con Barrow, in second’ordine Sansone e Orsolini. Tra le pedine del Balla invece concentriamoci su un super Zappacosta, ma anche il Ghiglione di turno difficilmente delude. Zajc e Strootman valgono la puntata, l’ex Destro il Consiglio Fantacalcio per eccellenza del match. Ma ovviamente, un fiorino su Scamacca si scommette eccome.

Inter-Roma. Che dire, i Campioni d’Italia proseguiranno nel turnover ma a mente libera hanno dimostrato di poter comunque dare spettacolo. Skriniar e De Vrij dovrebbero tornare titolari, con loro anche Perisic, Barella e Lukaku. Tra le riserve, invece, fiducia in Darmian, Sensi e Sanchez. Giallorossi ancora a caccia di un un posto in Europa, quindi non battuti in partenza: Dzeko ci sarà e non si tocca, come indiscutibili sono Pellegrini e Mkhitaryan. Tra i molti assenti invece rientra Mancini che resta il più affidabile in difesa.

Lazio-Parma. Dopo lo scivolone del Franchi, i biancocelesti non possono fallire e cercano risposte da Immobile e Correa soprattutto, così come da Luis Alberto che dopo il problema alla caviglia non è più scintillante come prima. Ci sta anche Muriqi, in gol in Coppa contro i ducali, mentre nelle retrovie su Lazzari, Marusic e Acerbi c’è da contare. La truppa di D’Aversa non vede l’ora che sia finita, naturalmente, e da uno come Gervinho ci si attende magari un flebile moto d’orgoglio. In realtà, però, i meno peggio sono i consueti uomini di centrocampo, ovvero Kucka, Kurtic e Hernani.

Sampdoria-Spezia. Derby ligure che vale poco o nulla per i blucerchiati ma la coppia GabbiadiniQuagliarella può giocarsi le sue carte. Fidatevi anche di Candreva e Jankto, sì anche Thorsby, Augello e Yoshida. Gli Aquilotti hanno però bisogno disperato di punti e l’uomo-faro è ovviamente Maggiore. Diamo chance anche a Pobega, al giovane Piccoli e due trottolini capaci di tutto, nel bene e nel male: Farias e Verde. Erlic la colonna difensiva.

Sassuolo-Juventus. E chi lo sa? Imprevedibile la sfida del Mapei e qualche neroverde ci sta tutto nel vostro team: il gioiellino Raspadori, il ruggente Berardi, il talento sfrenato di Djuricic che tra le linee può inguaiare i bianconeri. Locatelli contro il suo possibile futuro vorrà esaltarsi, mettetelo pure anche perché può far sfigurare i dirimpettai. In casa Pirlo c’è da tremare, ma Chiesa e Cuadrado sono comunque prime scelte. Dybala stuzzica più di Ronaldo e Morata e già fa storcere la bocca scriverlo, ma tant’è. Tra i difendenti, meglio di chiunque altro De Ligt.

Torino-Milan. Occhio ai granata e alla coppia BelottiSanabria che può far male ai milanesi. L’asse portante di queste settimane è quello però formato da Ansaldi e Vojvoda, assolutamente consigliabili al pari del positivo Mandragora. In una difesa raffazzonata, spazio comunque a Bremer che in passato già aveva purgato i rossoneri. La banda di Pioli si presenta senza Ibra, ma con un Rebic scintillante. Con lui via libera per Calhanoglu e il redivivo Brahim Diaz, mentre Kessiè non si tocca a prescindere. Kjaer e Tomori coppia che ormai non stupisce più, Theo Hernandez non è che ci sia bisogno di ricordarvelo.

Crotone-Hellas Verona. Chiudiamo i nostri Consigli Fantacalcio con il posticipo dello Scida che conta come il 2 di spade con briscola a bastoni. Andate sereni con il trio di talento pitagorico, ovvero Simy, Ounas e Messias. Tra gli altri ci possono stare Molina e Pedro Pereira, al limite un Benali. Scaligeri che non mollano il colpo, dunque sì agli esterni Lazovic, Faraoni e Dimarco, così come a Barak e Zaccagni, per quanto un po’ in crisi. Lasagna e Kalinic? Se non segnano nemmeno col Crotone…

L’articolo Consigli Fantacalcio 36^ Giornata Serie A: chi schierare gara per gara proviene da Calcio News 24.