Home Salute Covid, start up dona sapone tracciante a un gruppo di ristoratori

Covid, start up dona sapone tracciante a un gruppo di ristoratori

11
0

ROMA (ITALPRESS) – “I secondi che salvano vite”, il tema scelto per celebrare il 5 Maggio, come ogni anno, la giornata mondiale dell’igiene delle mani voluta dall’OMS, si intreccia con la finalità di una giovane Start-up italiana nata proprio per aiutare i bambini alla corretta pratica del lavaggio. Un gesto tanto semplice quanto importante che coniugando gioco, impresa, innovazione e sicurezza ha visto nascere “Mark” il primo sapone tracciante al mondo, lanciato sul mercato dalla Start-up Since 2119, di Roma. Mai come adesso, infatti, con il riavvio di tante attività occorre rivolgere particolare attenzione all’igiene delle mani e al tempo necessario affinchè la pratica sia svolta correttamente.
Mark, sapone tracciante, ideato e prodotto completamente in Italia, ha fatto sua questa battaglia sin dallo scorso anno, quando è entrato nel mercato. La peculiarità del sapone Mark è infatti evidenziare il corretto lavaggio delle mani colorandole mentre si insaponano, per poi risciacquarle fino a eliminare tutto il colore, operazione che richiede circa 40-60 secondi come raccomandato dall’OMS.
Quest’anno la giornata mondiale dell’igiene delle mani (World Hand Hygiene Day) cade circa una settimana dopo la tanto attesa riapertura di bar e ristoranti per il consumo in loco. Proprio per celebrare questa ricorrenza, la Start-up Since 2119 produttrice di Mark ha deciso di donare uno stock di Mark a un gruppo di ristoratori selezionati che potranno così mettere il sapone tracciante a disposizione dei propri clienti.
L’auspicio è che la riapertura sia fatta con raziocinio e che si continui a prestare la necessaria attenzione alla corretta igiene delle mani. Riaprire per non chiudere più.
Questi i ristoranti che hanno aderito all’iniziativa: La Baia – Via Silvi Marina, 1 – Fregene (Rm); Le Sicilianedde – Viale dei Parioli, 35 – Roma; Martella – Via Chiesa Conservatorio, 10 – Avellino; Nonna Betta – Via del Portico D’Ottavia, 16 – Roma; Ratanà – Via Gaetano de castillia 28 – Milano; San Maurì – Via S. Maurilio, 4 – Milano.
(ITALPRESS).

Clicca qui per consultare la fonte della notizia