Home Italia Il Commissario straordinario Figliuolo visita gli hub vaccinali in Veneto e nelle...

Il Commissario straordinario Figliuolo visita gli hub vaccinali in Veneto e nelle Province autonome di Trento e Bolzano

9
0

Il Commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo ha condotto insieme al Capo Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio una visita di due giorni in Veneto e nelle Province autonome di Trento e Bolzano.

Nella giornata di ieri le tappe in Veneto insieme al Presidente della Regione Luca Zaia, con le visite che hanno interessato il Centro vaccinale Pala Expo di Marghera, l’hub Fiera di Padova e quello allestito a Villafranca di Verona presso il 3° Stormo dell’Aeronautica Militare. 

Il Commissario ha espresso soddisfazione per l’andamento della campagna vaccinale in Veneto, specie per quanto riguarda le persone over 80 e quelle over 70, con percentuali di prima somministrazione sopra alla media nazionale, pari rispettivamente al 98% e all’83%. Il Generale Figliuolo ha anche sottolineato positivamente la sinergia esistente tra la Struttura Commissariale, la Regione, i soggetti pubblici e privati e il mondo delle associazioni.

Nella mattinata di oggi la visita nella Provincia autonoma di Trento, insieme al Presidente Maurizio Fugatti, con tappe al centro vaccinale di Trento-fiere e al drive-through di Mattarello. 
“I numeri della Provincia autonoma di Trento sono molto confortanti: qui siamo al 93% sugli over 80 e anche sugli over 70 e i soggetti fragili siamo sopra la media nazionale”, ha dichiarato il Generale Figliuolo prima di evidenziare gli effetti benefici sulla campagna dell’allungamento fino a 42 giorni dell’intervallo tra prima e seconda dose dei vaccini mRNA,  con un conseguente incremento di prime somministrazioni

Nel pomeriggio il trasferimento a Bolzano, dove si è svolta – con il Presidente Arno Kompatscher – la visita all’hub vaccinale presso la Fiera. Il Commissario ha prima di tutto rimarcato la grande attenzione posta in Alto Adige agli over 80 e ai fragili, oltre a sottolineare l’eccellente lavoro di tracciamento svolto nella Provincia autonoma, soprattutto con i test nasali.

A margine degli incontri istituzionali e delle visite sul campo il Generale Figliuolo ha ringraziato tutti coloro che si trovano in prima linea nella campagna vaccinale: gli operatori sanitari, i volontari, la Protezione Civile e i militari di tutte le Forze Armate. “Se l’Italia lavora assieme e fa squadra, vincerà e uscirà il prima possibile da questa pandemia”, ha detto il Commissario.

Sul piano nazionale il generale Figliuolo ha definito maggio un mese di transizione, con circa 17 milioni di dosi disponibili che consentiranno settimanalmente una media di oltre 450 mila somministrazioni al giorno e punte di mezzo milione. Il Commissario ha poi ribadito la decisione di aprire le prenotazioni alla fascia di età over 40, prima di esporre alcune cifre della campagna vaccinale nazionale, che sta raggiungendo traguardi importanti come quello dei 26 milioni di dosi somministrate, con 17,8 milioni di persone che hanno ricevuto almeno una somministrazione. 

 “Con l’ordinanza numero 6 del 9 aprile, c’è stato un notevole incremento delle percentuali di over 80 e fragili vaccinati in tutte le regioni unitamente a un calo  netto e repentino di ricoveri, terapie intensive e decessi”, ha ricordato infine il Commissario, ribadendo che “la prossima apertura delle prenotazioni agli over 40 è utile ai fini programmatici, ma il focus nazionale rimane sugli over 80, visto che ne mancano ancora molti all’appello”.
 

Data pubblicazione: 
Venerdì, Maggio 14, 2021
Fonte: 
Tipologia Contenuto: 
Tipologia notizia: 
Notizie
Immagine in Evidenza: 

Clicca qui per consultare la fonte della notizia