Home Firenze Isol8 racconta? Icchè racconta? Le storie del Q4 di Firenze…

Isol8 racconta? Icchè racconta? Le storie del Q4 di Firenze…

17
0

Un breve trailers che anticipa i video che saranno pubblicati nelle prossime settimane su OKFirenze realizzati nell'ambito del progetto ISOL8 RACCONTA realizzato dall'Associazione Culturale Isolotto in collaborazione con OKMissDora il sistema di cashback solidale.

Martina Congera componente dell'Associazione Isolotto ci racconta l'idea del progetto.

Dietro ad ogni vetrina, ogni associazione, perfino dietro al volto di quella persona che vediamo passeggiare ogni mattina, si proprio lì dietro, si nasconde una grande storia, quella del quartiere 4 ed è nostro dovere raccontarla, far in modo che non venga dimenticata.

L’Isolotto era come un piccolo paesino, dove tutti si conoscevano e dove c’era questo grande senso di comunità, bastava passeggiare per le vie per rendersene conto; la piazza pullulava di persone, le botteghe sempre piene e i bimbi in strada a giocare.

Questo ricordo purtroppo sta sfumando… ora i negozi sono molti meno, i bambini dietro ad uno smartphone e forse neanche la piazza è più così gremita. Però restano i volti, le storie, le nostre storie, di chi quel quartiere l’ha vissuto appieno e vorrebbe tornare a dargli la stessa luce di prima, se non farlo brillare ancora di più.

In un momento di crisi senza precedenti come quello che abbiamo vissuto e che purtroppo vivremo ancora per un bel po’, dobbiamo avere un solo obiettivo: aprire il nostro cuore al mondo che ci circonda. Come diceva Amma, il vero cambiamento deve avvenire all’interno, deve partire da noi..

…e perché non iniziare proprio da qui, dal Q4?

ISOL8 RACCONTA nasce da noi ragazzi dell’Associazione Culturale Isolotto, che hanno voglia di raccontare una storia, anzi le storie, di chi abita, lavora e vive il quartiere ogni giorno, a chi ci ha creduto davvero, a chi si sfida e lotta ogni giorno per migliorarlo.

Questo progetto è stato realizzato con tanta passione ed umiltà; probabilmente non sarà perfetto, ci rendiamo conto, ci saranno errori e imprecisioni, ma abbiamo deciso comunque di condividerlo con voi perché è il sentimento e il cuore che deve essere protagonista e non i dettagli tecnici non soltanto la parte tecnica. Vogliamo mostrarci così come siamo, nella nostra imperfezione perché più veri, più umani, e solo così possiamo sentirci più vicini gli uni agli altri, e non fingere di essere perfetti dietro uno schermo. 

Martina Congera
Ass. Cul. Isolotto

Clicca qui per consultare la fonte della notizia