Home Bundesliga Lewandowski si racconta: «Baggio il mio idolo. Io in Italia? Capita di...

Lewandowski si racconta: «Baggio il mio idolo. Io in Italia? Capita di parlarne…»

7
0

Lewandowski

Robert Lewandowski si è raccontato in una lunga intervista a Tuttosport

IDOLI – «Roby Baggio è stato il mio primo idolo. Lo vedevo giocare con l’Italia e mi faceva impazzire tutto di lui: la tecnica, il dribbling, i gol e anche il codino. Del Piero, invece, lo ricordo con la Juventus».

ESPERIENZA IN ITALIA – «Capita di parlare di calcio italiano, mi hanno raccontato diverse cose sul vostro campionato. Alcune squadre le conosco bene perché le ho affrontate in Champions. La verità, però, è che oltre ad avere un contratto con il Bayern, mi trovo benissimo in questo club».

SCUDETTO INTER – «Per Szczesny mi dispiace: è un compagno di Nazionale e un amico. Però l’Inter ha meritato di vincere, si è dimostrata una grande squadra. Conquistare nove campionati di fila, come Juventus e Bayern, è qualcosa di straordinario».

BAYERN MONACO – «Parliamo di una delle 3-4 società più importanti d’Europa e nel mondo. Per giocare nel Bayern devi conoscere e accettare una regola: qui ogni anno bisogna vincere e alzare trofei. Le aspettative sono altissime, devi sempre essere il migliore». 

NAGELSMANN – «Si aprirà un nuovo capitolo. Ma quello che Flick ha fatto resterà nella storia perché è qualcosa di epico. Nel 2020 abbiamo alzato al cielo ogni tipo di trofeo e battuto tanti record con lui. Siamo il Bayern, quindi daremo il massimo per provare a vincere tutto anche con Nagelsmann. Per me cambierà poco: devo segnare con Flick e dovrò fare lo stesso con il nuovo allenatore per dare una mano alla squadra. Fare gol è una cosa che amo. Quando ci riesco e vinciamo, tutto mi sembra più bello». 

L’articolo Lewandowski si racconta: «Baggio il mio idolo. Io in Italia? Capita di parlarne…» proviene da Calcio News 24.