Home Firenze Sagre, feste o fiere? Atria e Ticci replicano a Confesercenti, e puntualizzano

Sagre, feste o fiere? Atria e Ticci replicano a Confesercenti, e puntualizzano

7
0

La questione delle strutture a Borgo San Lorenzo per lo svolgimento di sagre, feste e fiere vede ancora una puntata. Stavolta, dopo l'intervento iniziale (qui) e il comunicato di Confesercenti (qui), OKMugello pubblica la replica con le spiegazioni di Atria e Ticci (Lega) che rifiutano la generalizzazione che li presenta come i 'difensori' delle sagre in un momento difficile per le attività mugellane:

Conveniamo con quanto dichiarato da Confesercenti in merito alla non urgenza delle sagre così come condividiamo l'interesse a tutela delle attività. Però, volendo puntualizzare, noi abbiamo evidenziato il problema del luogo (Foro Boario smantellato a tempo di record) per quanto riguarda FIERE, FESTE e anche, perché no, di Sagre. 

Pertanto se Confesercenti deve inviare una risposta a qualcuno, non deve indirizzarla a noi, ma bensì all’amministrazione affinché effettivamente possa attivare tutte quelle azioni utili alla difesa delle varie realtà. Molte azioni tra le tante proposte che abbiamo fornito in questi 2anni.

L'urgenza a nostro avviso esiste in merito alla ricerca di un luogo adatto allo svolgimento degli eventi di interesse comune (ad esempio la Fiera Agricola Mugellana o Vivi Lo Sport) oltre che la creazione di regole uguali per tutti.

Eventi insomma che hanno da sempre coinvolto tutti gli attori e le attività di Borgo a tutto tondo, oltre la semplice sagra. 

In merito alla "concorrenza sleale" ben vengano le parole di Confesercenti alla quale però facciamo notare che sono già in atto (e patrocinati) eventi che delocalizzano dal centro fulcro delle attività.

Inoltre a fronte di quanto dichiarato invitiamo a porre maggiormente l'attenzione su una ben nota Piazza del centro dove qualcuno ha pensato di alterare il suolo pubblico continuando tranquillo il suo lavoro grazie ad un'Ordinanza benevola (n. 15 del 19/05/2021).

Ci chiediamo allora dove inizia e soprattutto dove termina la concorrenza sleale oltre che il tanto richiamato rispetto delle regole comuni?

Tutti siamo uguali o qualcuno è più uguale di altri?

A corredo di quanto detto  vi riportiamo estratto dal testo della Mozione da noi presentata:

• Le Fiere sono un percorso veloce e necessario per guidare la ripresa economica dopo COVID-19 e contribuiscono allo sviluppo dell’intero sistema locale, con rilevante impatto anche territoriale, generando entrate per il settore turismo, così come per strutture ricettive, i ristoranti, la vendita al dettaglio ecc;

Le Feste e le Sagre sono un punto di incontro per interi settori sociali e di aggregazione oltre che uno dei modi per iniziare la ripresa dopo COVID-19 specialmente se si pensa alle piccole e medie società/associazioni che hanno rappresentato la spina dorsale della nostra società locale in questo tempo. 

Cordialmente tanto si doveva, i Consiglieri Atria e Ticci

Clicca qui per consultare la fonte della notizia