Home Firenze Tari. Lega: ‘I sindaci che hanno scritto ad Alia hanno però votato...

Tari. Lega: ‘I sindaci che hanno scritto ad Alia hanno però votato il piano. Lacrime di coccodrillo’

16
0

La nota della Lega (Atria e Ticci) arrivata in redazione:

 'Ma quei Sindaci mugellani che hanno scritto ad Alia (qui il nostro articolo, ndr) sono gli stessi che hanno votato a favore del Piano (di aumenti) pochi giorni fa?'. Chiederselo è lecito alla luce delle promesse e  delle lacrime di coccodrillo.

Riportiamo ad esempio alcune delle dichiarazioni elettorali di Omoboni: “Abbiamo previsto riduzioni in bolletta a chi si comporta meglio (a chi fa meno rifiuti indifferenziati quindi). Questo vuol dire una riduzione del 5% della bolletta delle famiglie e dell'1% per le attività che faranno bene la raccolta differenziata”

E poi “con il Porta a Porta arrivano gli sconti in bolletta. Risparmi per le famiglie e attività virtuose…buone notizie per le tasche degli utenti”. Com'è la storia che invece  le “bollette” aumentano ??

Prima votano a favore, poi piangono sui cocci rotti dicendo di tutelare gli interessi dei cittadini e infine scrivono un “pensierino” ad Alia che nel frattempo accumula 51 milioni di debiti in meno di 3 anni (più tutti quelli dei rifiuti Covid, che ancora non si sa chi li pagherà. Lo andiamo dicendo da 1 anno!!) spalmati nei prossimi 8 anni circa a carico dei cittadini.

Sindaci che dicono di fare la voce grossa ma quando c'è da fare “Il Sindaco dei cittadini” e battere il pugno, lo tengono chiuso e ben nascosto rimanendo in silenzio o parlando a denti stretti.

Il cerino è rimasto in mano ai Sindaci, ma chi si brucerà le dita saranno i cittadini del Mugello. Aumenti dal 6% in sù, “E io pago”

Clicca qui per consultare la fonte della notizia